G i o i

 

 

 

Benvenuti nella “Gioi Virtuale” 
Welcome to the “The virtual Gioi
 

Vieni a Gioi

 


 

 Guestbook

Il libro degli ospiti

La Cam in piazza

 


         

 

Link consigliati

Link consigliati

www.comunegioi.it
www.marioromano.it
www.ciiacofnj.org
www.soppressatadigioi.com
www.cacumenmontis.it
www.usgioi.it
www.italia.it
www.pncvd.it

http://www.cobellisciletocultura.it/
http://www.cilentonelmondo.it/
http://www.cronachecilentane.it/
http://www.paestum.it/
http://participacion.elpais.com.uy/sistemaitalia/

bed and breakfast De Marco Elena

http://www.gioi.com/ Il sito di S.O.G.N.A. e dei Gioiesi in America

 

Cartolina Gioi anni 70

Il campanile di S. Eustachio

Una via del paese


Affresco abside Madonna della porta

Il pulpito della chiesa di S. Nicola

Chiesa di S. Eustachio


Validated CSS


Valid XHTML Strict


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grazie per la visita.

Speriamo che il nuovo formato possa essere gradito.

GIOI

Nell'entroterra cilentano, situato su una collina tra le più alte del Parco nazionale del Cilento e protetta tutt’intorno da monti,  Gioi si affaccia da un lato sulla valle del Fiume Alento e dall’altro sulla Costa, verso l’insediamento greco di Elea Velia.

Il toponimo “Gioi” deriverebbe, in base a quella che oggi risulta essere la tesi più attendibile, dalla passata esistenza di un tempio pagano dedicato a Giove. L’origine di Gioi è antica, e il luogo è ricco di memorie storiche a testimonianza della passata grandezza. Si ritiene sia stata edificata dai gentili e aumentò di prestigio in epoca normanna quando diventò il terzo baluardo difensivo della Rocca di Novi. Testimoni della sua storia sono nella parte più alta del paese i ruderi del Castello e l’antica cinta muraria in cui è possibile notare alcune torri e la porta detta “Dei Leoni”, l’unica delle sette porte sopravvissute che anticamente consentivano l’accesso al centro abitato. Da vedere le due bellissime chiese barocche di Sant’Eustachio e San Nicola, ricche di opere d’arte, e il convento di San Francesco ai piedi del paese.

Gioi sorge su una collina di quasi 700 mt, sottostante la catena Serra nella Media valle dell’Alento e si affaccia su due burroni che confluiscono nella pianura della Selva dei Santi.


Le fonti storiche testimoniano che diverse furono le invasioni che si susseguirono sul territorio gioiese: Longobardi, Bizantini, Arabi e Saraceni (VII-X secolo).


Intorno all’anno Mille anche a Gioi, come in tutto il territorio cilentano, fu molto incisiva l’azione dei monaci greco-bizantini e latini, da cui si crede derivi l’attuale centro abitato.


Fin dal periodo dei Normanni, il paese di Gioi era considerato “un centro di difesa e centro per l’amministrazione della giustizia decentrata”. Di particolare rilievo furono, nella seconda metà del XV secolo, con gli Aragonesi, le iniziative commerciali e artigianali che trovarono la loro espressione nelle Fiere e che fecero conoscere il luogo fino ai centri toscani.
Il prestigio e la ricchezza commerciale del luogo scemarono nel XVII secolo con l’arrivo della peste, lasciando il posto soltanto al lavoro agricolo che continuò ad assicurare una vita di sopravvivenza.

Sarà, poi, la persistenza di sfavorevoli condizioni meteorologiche a portare, nella metà del XVIII secolo, un lungo periodo di scarse produzioni agricole e, quindi, alla carestia del 1764, con la conseguenza di una rilevante mortalità.
Un elevato numero di matrimonio endogamici si registrarono in questo periodo fino a quando il persistere di condizioni di miseria e scarsità condussero, alla fine del XIX secolo, ad una forte ondata di emigrazione.

Da quel tempo molta acqua è passata sotto i ponti ma tutt'oggi molti Gioiesi,  sono stati costretti a trasferirsi altrove in Italia, nel resto dell’Europa, nelle Americhe e finanche in Australia.

Questo sito nasce anche con lo scopo di tenere unita questa comunità oltre che per far conoscere ed apprezzare questo paese.


Se sei uno di questi Gioiesi o qualcuno che ha dei vincoli con Gioi, anche se remoti, se vuoi conoscere Gioi nella sua realtà, questo e’ il tuo sito.

Qui, puoi essere aggiornato sugli eventi nel tuo paese o se sei nato (o nata) altrove, puoi scoprire le tue radici.


Puoi stare in contatto con gli amici o rintracciare amici e parenti distanti.


Fai un giro dell’intero sito e se vuoi scrivici cliccando qui sotto:

 Click here to write us a note.
    e-mail 

Facci sapere chi sei, dove abiti, e che fai. Non essere modesto, parlaci dei tuoi successi, del tuo talento o di qualsiasi cosa.
Domandaci quello che vuoi -  Ti risponderemo.
Nel libro ospiti puoi inserire direttamente i tuoi messaggi e leggere quelli degli altri 

Visitaci spesso e informa i tuoi amici della Gioi virtuale,


http://www.gioi.com/

http://gioi.altervista.org/

 

 

 

 

Giacomo Reielli © 2007 Home PageLe immagini •  Il tempo a Gioi • FotoRicetteContattiS.O.G.N.A.

Graphic Design by Giacomo Reielli

footer image footer image