G i o i

 

Gioi - Ricette

Continua...

“A’ SUPERSATA”



si produce  nel territorio di Gioi e nei paesi lilmitrofi: Cardile, Salento, Stio, Gorga, Orria e Piano Vetrale.

E' un prodotto antichissimo: secondo testimonianze scritte risale almeno all’XI secolo. Purtroppo la sua produzione è quasi esclusivamente familiare, mentre questo nobilissimo salume potrebbe rappresentare una risorsa importante per il territorio.

Si ricava dalle parti pregiate del suino (filetto, coscia, lombo e spalla) accuratamente mondate di tutte le cartilagini e dei nervetti.

La carne è sminuzzata finemente ma non a punta di coltello, in quanto si potrebbero formare dellebole d'aria che pregiudicherebbero la fase di stagionatura, condita con sale e pepe .

Amalgamato con cura, l’impasto deve riposare per una decina di ore.

Quindi si insacca nel budello naturale, inserendo al centro un filetto di lardo lungo quanto il budello stesso. Inizia poi la fase della stagionatura, che può essere preceduta da una leggera affumicatura.

La soppressata di Gioi ha la forma di una pagnottella divisa in due (una piccola paesana), colore (della buccia e dell’impasto) rosso bruno, profumo molto aromatico, gusto lungo, ricco, con una sfumatura finale di castagna.

Si consiglia di consumarla tagliandola in fette molto sottili

Giacomo Reielli © 2007 Home PageLe immagini •  Il tempo a Gioi • FotoRicetteContattiS.O.G.N.A.

Graphic Design by Giacomo Reielli

footer image footer image